Digital 2021: le tendenze dell’anno fra interazioni audio, e-Commerce e streaming. Tra i social più utilizzati si posiziona anche Telegram. Le tecnologie, influenzate sicuramente da lockdown e dall’emergenza sanitaria, diventano una componente sempre più importante nella vita degli italiani.

Gaming ed audio ad oggi i settori che creano maggior engagement; ma anche streaming, social network ed eCommerce conquistano l’audiance! Sono 50 milioni gli italiani che ad oggi utilizzano il digital, di cui 1 milione si è connesso ad Internet per la prima volta nel 2020, con un incremento del 2,2% ed un aumento notevole dell’età anagrafica dell’audience. La crescita maggiore riguarda le piattaforme social: oltre 2 milioni di nuovi utenti, pari al 6% in più. Italiani connessi ad internet in media 6 ore al giorno e quasi 2 ore sui social: il 97% utilizza smartphone per la connessione, mentre 3 persone su 4 il computer desktop o laptop.

  • CLASSIFICA DEI SOCIAL NETWORK. Sono 41 milioni gli utenti connessi ai social, 2,2 milioni in più rispetto allo scorso anno: un pubblico sicuramente più partecipativo. Youtube e Whatsapp ai primi posti (85,3%), seguiti da Facebook (80,4%), Instagram (64%), Messanger (55,9%), Twitter (32,8%) e, a seguire, TikTok, Snapchat e Twitch. Per la prima volta troviamo nella classifica anche Telegram, favorita sicuramente dalla protezione della privacy, percepita dall’utente come un valore aggiunto. L’evoluzione riguarda anche TikTok, con un’audience più ampia, che va oltre la semplice cerchia di teenagers.
  • SOCIAL MEDIA, LO STRUMENTO DI TRASFORMAZIONE DELLA REALTA’. Ad oggi gli utenti sono più inclini ad dialogo sulle varie piattaforme social, implicando l’evoluzione del ruolo dei social media, diventando strumento di trasformazione della realtà. La comunicazione al giorno d’oggi deve trasferire idee, comunicando un punto di vista concreto ed una presa di posizione, trasmettendo i propri valori, trasferendo idee. Le idee forti necessitano di scendere in profondità: i brand dovranno interpretare la realtà, realizzando dei contenuti esclusivi.
  • GAMING. Da fenomeno di nicchia a fenomeno di massa: attualmente persone su 5 giocano, anche se il gaming suscita ancora pregiudizio e amplifica l’immaginazione. I brand possono inserirsi per l’advertising nel live streaming, con la creazione di avatar per l’identità digitale.
  • E-COMMERCE. Cresce l’età anagrafica degli utenti, prendendo campo anche tra le fasce dei meno giovani. La crescita del 86.5% nel 2020 è stato sicuramente influenzata dal lockdown: circa 33 milioni di euro spesi in transazioni online, con una crescita del 24% in consumer goods. Gli acquirenti principali sono utenti fra i 55 ed i 64 anni di età.
  • AUDIO. L’interazione digital si rivolge ad un’interfaccia audio-first oppure audio only. Il 37% degli utenti utilizza comandi di ricerca vocale, mentre 1 persona su 7 utilizza smart home (Siri, Alexa o altri hub che interagiscono con altri device). Cresce la fruizione audio associata a progetti editoriali creativi che amplificano la funzione immaginativa, su piattaforme che fanno del dialogo un’esperienza, come la recente introduzione in Italia di Clubhouse.

L’e-Commerce è sicuramente protagonista del 2020 insieme all’audio. I social dovranno quindi assolvere alla funzione di ispirazione: reali vetrine online per spingere all’acquisto. Ma come è possibile le persone? Efficacia dei contenuti e introduzione di nuovi format-vetrina, con la previsione di call-to-action.